messa

Inaugurazione anno accademico

 

La presenza del Cardinale per le celebrazioni della Cappella dell’Università manifesta la vicinanza della Chiesa Perugina-Pievese al mondo universitario che l’accompagna sin dalle origini. Dà inoltre visibilità alla sempre crescente collaborazione tra le istituzioni religiose e quelle accademiche, in quella comune vocazione all’educazione che l’Arcivescovo ha ricordato nell’omelia.

Presenti il Magnifico Rettore, Franco Moriconi, il Pro-rettore, Fabrizio Figorilli, il Rettore dell’Università per Stranieri, Giovanni Paciullo, un gran numero di docenti, personale amministrativo e studenti dell’Ateneo. La Messa è stata animata dal Coro dell’Università.

Il Cardinale, partendo dalle letture liturgiche richiamanti il martirio di S. Stefano, ha invitato l’assemblea ad amare la Verità. Ha così tratteggiato nella ricerca della Verità la missione del mondo accademico, che rimane fedele a se stesso quando si muove in ogni ambito, storico, umanistico, scientifico e tecnologico, nella crescente comprensione del vero.

Alla liturgia è seguita, in un’Aula Magna gremita di persone, la celebrazione dell’inaugurazione simbolica dell’anno accademico, 708esimo dall’anno di fondazione, con la processione dei direttori e docenti di tutti i dipartimenti; il discorso inaugurale del Magnifico Rettore; gli interventi del dottor Adriano Ferranti (rappresentante del personale tecnico-amministrativo e bibliotecario) e di Martina Domina (rappresentante degli studenti); la prolusione tenuta dal professore Fabio Veronesi sul tema “L’impatto del miglioramento genetico sulle produzioni alimentari mondiali” ed infine la conclusione del dottor Piercamillo Davigo, Consigliere della Corte Suprema di Cassazione.