IMG-20190609-WA0083

Una Chiesa che accoglie e che accompagna

 

Domenica, 09/06/2019: ultima cena dell’anno accademico 2018/2019 nel giorno di Pentecoste. Un gran numero di studenti vi hanno preso parte gioiosamente per chiudere insieme un anno ricco di incontri: dalle consuete cene pensose al corso di metodologia dello studio, dai workshop agli incontri su come scrivere la tesi e il CV, dalla settimana fraterna di ottobre alle visite alle case degli studenti in occasione delle benedizioni di Pasqua. Un anno intenso e piacevole che ha visto avvicinarsi alla Pastorale Universitaria tanti nuovi studenti attraverso le catechesi dei 10 comandamenti e le varie iniziative organizzate. Domenica di “arrivederci al nuovo anno” e di “benvenuto in famiglia” a Nadir Francesco. Pentecoste è il tempo in cui all’uomo viene rinnovato il dono dello Spirito Santo o, come in questo caso, viene donato. Nadir Francesco è un giovane che ha sentito nel cuore il desiderio di entrare in catecumenato: la sua scelta è per noi testimonianza di come lo Spirito Santo compia l’attrazione del cuore dell’uomo verso Dio Padre, in modalità e tempistiche a dir poco creative. Una testimonianza che diventa per noi simbolo di cosa significhi desiderare la vita vera, quella che non muore, sentirsi chiamati e amati da Dio che pone in noi un cuore di carne, sostituendolo al cuore di pietra ferito dal peccato. L’augurio è che ciascuno di noi possa vivere, nella sua vita, una rinnovata effusione di Spirito Santo, che possa fare memoriale del giorno in cui ha ricevuto il Battesimo che gli ha permesso di pronunciare la dolcissima parola di “Abba”, PAPÀ. Un invito per tutti a riflettere sulla propria vita: siamo capaci di fare spazio a Dio attraverso lo Spirito Santo che ama e parla dentro di noi? Questa la domanda che ci può guidare per un po’ di tempo, nell’attesa di rivederci a settembre. Buona sessione e buona estate a tutti, e buon rientro agli studenti fuori sede nelle loro amate case!